Testimonianze e Pareri

Clienti di diverse regioni e di diversa tipologia hanno trasformato le proprie aziende grazie alle soluzioni SAXOS. Per scoprire in che modo SAXOS aiuta organizzazioni come la tua a ottimizzare la gestione delle attività, leggi le loro testimonianze e otterrai tutte le informazioni relative a benefici, valore e obiettivi di business raggiunti attraverso l’implementazione di soluzioni e servizi SAXOS.

Istituto Pio XII (BL)

  • Dr. Alfredo Boccaccino (Direttore Sanitario) – aprile 2016 Istituto Pio XII (BL)
    “L’Istituto Pio XII si occupa di diagnosi e riabilitazione dell’Asma in età pediatrica in alta quota (1756 mt s.l.m.). Questa particolare specializzazione nelle cure ha determinato la necessità di poter disporre di una cartella dedicata al particolare tipo di pazienti da assistere. Cartella inesistente sul mercato dell’informatica. La dote più importante che ci ha colpito della piattaforma Saxos è stata proprio la possibilità di modificare la sua struttura in base alle esigenze del cliente ed alle sue peculiarità specialistiche. Per tale motivo il risultato finale è stato quello di essere riusciti ad ottenere una cartella clinica con delle caratteristiche specifiche ed utili per le nostre esigenze, poste in una linea di confine tra la riabilitazione e la gestione ospedaliera del paziente. Il sistema Saxos ci ha consentito una gestione rapida ed efficace dell’archiviazione di tutte le informazione cliniche volte al soddisfacimento delle esigenze cliniche dei nostri pazienti. Eccellenti: la scheda terapeutica personalizzata e la relazione di dimissione automatizzata”.

  • Alessandro Viglino (Coordinatore infermieristico) – aprile 2016 Istituto Pio XII (BL)

Casa di Cura Privata Prof. Fogliani (MO)

  • Dr. Angelo Rosi (Direttore Sanitario) – maggio 2012 Casa di Cura Privata Prof. Fogliani (MO)
    “Il software SAXOS, implementato nella sua totalità presso la nostra Clinica prof. Fogliani, costituisce da alcuni anni ormai il riferimento d’obbligo per la gestione complessiva del malato, dal suo ingresso alla sua dimissione, e nel prosieguo delle cure attraverso la consultazione ambulatoriale. Un pregio di questo software è, a nostro avviso, l’estrema maneggevolezza, caratteristica particolarmente apprezzabile dalla classe medica notoriamente poco incline a rapportarsi con il computer, considerato ancora oggi da alcuni come un perditempo. Se utilizzato con sistematicità, conduce al nobile obiettivo di informatizzare completamente la cartella clinica e quindi alla eliminazione del cartaceo. Come Direttore Sanitario, ho apprezzato inoltre la sollecitudine dei costruttori del software nell’assistere noi utilizzatori nella soluzione rapida ed efficace di problemi intercorrenti. Me la sentirei di raccomandarne la diffusione, per i reali vantaggi che offre sia a livello medico che infermieristico”.

  • Dott. Mario Perretti (Specialista in Ortopedia e Traumatologia e Chirurgia della mano) – maggio 2012 Casa di Cura Privata Prof. Fogliani (MO)
  • Dott. Stefano Boschi (Direttore Scientifico – Specialista in Ortopedia e Traumatologia) – maggio 2012 Casa di Cura Privata Prof. Fogliani (MO)
  • Dr. Renzo Brovia (Responsabile del Servizio di Anestesia) – maggio 2012 Casa di Cura Privata Prof. Fogliani (MO)
  • Cavani Lara (Caposala di Sala Operatoria) – maggio 2012 Casa di Cura Privata Prof. Fogliani (MO)
  • Dr.ssa Elisabetta Giusti (Responsabile Sistema Qualità) – maggio 2012 Casa di Cura Privata Prof. Fogliani (MO)

Ospedale Privato Accreditato Villa Rosa (MO)

  • Dr. Pierluigi Forghieri (Direttore Sanitario) – maggio 2012 Ospedale Privato Accreditato Villa Rosa (MO)
    “Al di là del fatto che il trovarsi tra operatori di varia professionalità nella fase di progettazione e delle varie implementazioni della cartella computerizzata ha ulteriormente rafforzato la coesione fra essi e la condivisione degli obiettivi, vorrei porre l’attenzione su altri brevi punti. Tutti sappiamo come le strutture sanitarie siano sempre più oberate di norme, protocolli, linee guida etc. che riguardano sia l’ambito burocratico amministrativi che quello, ancor più importante, assistenziale. Uno strumento come una cartella clinica computerizzata completa e che comprende tutti i vari settori, dall’amministrazione all’attività ambulatoriale, dai processi diagnostico terapeutici alla gestione dei farmaci, ha permesso e permette di ottenere trasparenza, tracciabilità dei fatti, raccolta rapida di indicatori di tutti i settori sopra citati, e tutto ciò si è rilevato di primaria importanza. Ciò permette di individuare percorsi diagnostico-terapeutici sempre più validi, di avere maggiore sicurezza nella somministrazione della terapia, di potere gestire rapidamente eventi sentinella e quindi fattori di rischio, di potere rispondere ai controlli della AUSL (da noi quindicinali e su un 35% delle cartelle cliniche) e potrei proseguire con tanti altri esempi. In conclusione è uno strumento di lavoro che dovrebbe essere in ogni struttura che voglia tendere ad un lavoro di qualità”.

  • Dr.ssa Montanari Mirella (Medico Internista) – maggio 2012 Ospedale Privato Accreditato Villa Rosa (MO)
  • Toma Iosiane (Capo Sala), Passero Carmine (Operatore) – maggio 2012 Ospedale Privato Accreditato Villa Rosa (MO)

Casa di Cura Santa Zita (LU)

  • Suor Angela Maria Stecco, Suor Marie Claude Terreault (Direzione Generale) – maggio 2012 Casa di Cura Santa Zita (LU)
    “E’ con piacere e con fatica, anche in termini economici, che si è deciso di intraprendere l’ambizioso progetto di informatizzazione dell’intero processo sanitario e gestionale. Nell’attuale scenario sanitario nazionale, la sanità privata è chiamata a svolgere un ruolo importante che proprio per questo deve essere in grado di offrire elevati livelli di qualità. La Casa di Cura, in armonia con lo spirito della propria missione, che pone il malato al centro del proprio servizio nel rispetto della dignità e della riservatezza dell’individuo, ha trovato in Saxos, grazie alla collaborazione ed alla soddisfazione degli operatori delle diverse aree sanitarie, tecniche, amministrative, un eccellente strumento di comunicazione che ha sicuramente contribuito al miglioramento delle diverse realtà”.

  • Dr. Ferdinando Franzoni (Direttore Sanitario) – maggio 2012 Casa di Cura Santa Zita (LU)
  • Prof. Marco Ceccarelli (Responsabile di U.F. Ortopedia e Traumatologia) – maggio 2012 Casa di Cura Santa Zita (LU)
  • Dr. Claudia Davini (Aiuto U.F. di Ortopedia e Traumatologia) – maggio 2012 Casa di Cura Santa Zita (LU)
  • Antonella Mugnani (Ufficio Prenotazione-Accettazione Ricoveri-Pianificazione Sale Operatorie-Fatturazione) – maggio 2012 Casa di Cura Santa Zita (LU)
  • Donatella Marconi (Uffici Amministrativi) – maggio 2012 Casa di Cura Santa Zita (LU)

Casa di Villa Elisa (RC)

  • Angela Depino (Direttore Amministrativo) – maggio 2012 Casa di Villa Elisa (RC)
    “Siamo approdati al progetto Saxos quale scelta fatta dalla casa di cura, insieme la personale sanitario, di rendere centrale le informazioni sanitarie (cartella clinica informatizzata), per una gestione sempre più centrata sul dettaglio dell’attività svolta al paziente e consentire a chi poi deve redigere un piano di controllo economico una visuale d’insieme del processo produttivo (armadio farmaceutico, prestazioni di diagnostica, uso delle sale operatorie, Dicom, refertazioni). Di norma gli amministrativi contabili cercano dei prodotti informatici che diano solo le informazioni economiche, scegliendo Saxos abbiamo raggiunto due obiettivi: avere uno strumento utile alla direzione sanitaria per costruire il percorso del controllo del rischio clinico, quale strumento di efficace trasferimento dell’informazione sanitaria tra le varie fasi del processo, nonché uno strumento che consente agli addetti del controllo di gestione di comprendere in modo univoco il percorso sanitario e quindi la ragione e imputazione dei costi. L’apprezzamento maggiore è la costruzione di un progetto intorno alla nostra struttura organizzativa che consente di utilizzare strumenti informatici senza grossi traumi anche da parte degli operatori meno avvezzi all’uso. Altro punto di vantaggio è la stretta relazione di assistenza che si stabilisce con i programmatori i quali studiano soluzioni portabili. Interessante per gli amministrativi è la possibilità di fare scelte di aggregazione dei dati secondo le necessità di dettaglio che si vuole avere. Certo il viaggio è iniziato ed è ancora in corso, la messa a regime richiede certamente un tempo utile per apprezzare sempre più e migliorare continuamente”.

  • Dr. Sergio Pedullà (Direttore Sanitario) – maggio 2012 Casa di Villa Elisa (RC)
  • Dott. Ettore Russo (Medico in servizio Reparto di Neonatologia) – maggio 2012 Casa di Villa Elisa (RC)
  • Domenico Postorino (Capo Sala) – maggio 2012 Casa di Villa Elisa (RC)

Centro di Riab. Luce sul Mare (RN)

  • Dr. Iacobucci Leandro (Coordinatore area socio educativa – Unità operative Sirotti Aurora) – maggio 2012 Centro di Riab. Luce sul Mare (RN)
    “E’ stata un esperienza veramente work in progress, data dalla possibilità di coniugare i piani di lavoro operativi, dentro un contenitore flessibile ai bisogni di descrizione delle diverse aree d’intervento che compongono la presa in carico di persone con disabilità complesse. Ad oggi quello che io considero come l’elemento più rilevante dell’esperienza con Saxos, è la caratteristica di dinamicità della cartella informatizzata, dunque sullo stesso piano della ricerca di obiettivi di cambiamento che sono il modus operanti del team di lavoro, nel mettere la persona al centro del processo di cura”.

  • Dott. Cosimo Argentieri (Direttore Sanitario) – maggio 2012 Centro di Riab. Luce sul Mare (RN)
  • Caracciolo Maria Grazia (Coordinatore Infermieristico) – maggio 2012 Centro di Riab. Luce sul Mare (RN)
  • Luca Bravi (Referente informatico interno Coop. Luce sul Mare) – maggio 2012 Centro di Riab. Luce sul Mare (RN)